Esiste  un batterio contenuto nell’acqua che se trova le condizioni ideali per svilupparsi e riprodursi può portare un infezione polmonare che molto spesso si rivela letale.

Si tratta della Legionella Pneumophila chiamata così perché la prima volta che fu scoperta fece morire 34 legionari riuniti a Philadelphia. In quel caso l’infezione proveniva dal sistema di condizionamento ma in seguito si è accertato che addirittura maggiore pericolosità si ha nel sistema idrico di produzione dell’acqua calda.

Esistono linee guida dell’I.S.S. e leggi nazionali e regionali rivolte principalmente a strutture alberghiere, ospedali, case di cura, case per anziani, scuole, uffici, carceri ecc…che regolamentano la prevenzione.

Una profonda conoscenza impiantistica unita alla conoscenza degli impianti di trattamento acqua permettono interventi che pongono al riparo da pericoli.

RISPONDI A QUATTRO BREVI DOMANDE

Per valutare se  nella struttura che gestisci vengono attuate le procedure che consentono di prevenire tutti i problemi derivanti dagli impianti di acqua e di risparmiare sui costi di gestione, rispondi a questo breve questionario: 

1 ) Sai che la Legge 31/01 indica come responsabile di ciò che avviene dopo il contatore dell’acqua il proprietario o gestore della struttura anche se viene utilizzata solo acqua potabile? 

2) Sai che il proprietario od il gestore è responsabile civilmente e penalmente per mancati controlli o manutenzioni che provochino l'insorgere di infezioni da Legionella?

3) Sai che un impianto di trattamento acqua rientra tra le spese detraibili al 65% per il risparmio energetico?

 

4) Sai che un millimetro di incrostazione calcarea presente sugli scambiatori aumenta del 10% i costi energetici?

I NOSTRI SERVIZI

Lo Studio Tecnico Oceanus , si propone, nel rispetto delle Linee Guida dell’I.S.S. per :

SOPRALLUOGO presso le Vostre strutture e valutazione dell’attuale situazione impiantistica   per quanto riguarda la parte acqua sia potabile  che tecnica.

REDAZIONE DI UNA PERIZIA TECNICA  in cui siano evidenziati i seguenti punti : 

  • SITUAZIONE ATTUALE   (VALUTAZIONE  DEL RISCHIO)
  • INTERVENTI NECESSARI  E SUGGERIMENTI GESTIONALI (GESTIONE DEL RISCHIO) per l’adeguamento  nel rispetto delle norme e leggi vigenti onde prevenire il verificarsi o la diffusione di infezioni  o problemi impiantistici.
  • COMUNICAZIONE DEL RISCHIO ed eventuale formazione del personale